Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘il mio shopping’

Chi mi segue su Facebook ha già visto l’ultimo paio di sandali che ho preso online, nei commenti sono stata volutamente vaga sulla loro provenienza perché avevo deciso di dedicare un post al sito in cui li ho ordinati, per spiegarvi bene come funziona, visto che si tratta di un sito che vende anche imitazioni.

Qualche settimana fa ero su Youtube, e  mi si è aperta una finestra con il link a Milanoo.com: ho aperto il link con qualche timore, ho sempre l’ansia che si tratti di virus o di siti poco sicuri, ma l’immagine di un paio di sandali glitter in offerta mi ha rapita, così mi sono fatta coraggio e ho iniziato a studiare il sito, e dopo un rapido calcolo ho deciso di rischiare e ho ordinato i sandali. Ho pensato che al massimo avrei perso una trentina di euro e mi sarei vendicata con tanta cattiva pubblicità nella pagine del blog! Scherzo, ma la curiosità e la brama di possedere un paio di sandali pazzi da Dorothy hanno avuto la meglio sulla mia razionalità.

Dieci minuti dopo aver effettuato il pagamento tramite Paypal mi è arrivata la conferma del mio ordine, che sarebbe stato spedito il 9 Agosto. Il 9 Agosto ho ricevuto i miei sandali, incredibile vero? La qualità  mi ha stupita, il sito vende scarpe prodotte in Cina ma i miei sandali sono davvero ben fatti: la tomaia è glitter, ma i brillantini non si staccano, li ho indossati ieri era e non ho trovato residui luccicanti nè sui jeans nè altrove, e già questa è un’ottima cosa. Inoltre i materiali sono morbidi ma soprattutto non hanno quel tipico odore di plastica davvero molesto: sarò sincera con voi, mi aspettavo di ricevere delle scarpe improponibili e invece sono assolutamente soddisfatta del mio acquisto, non sono sandali da indossare tutti i giorni, questo è ovvio, ma li ho voluti io così particolari!

Nel sito viene venduto di tutto, io mi sono concentrata solo sulle scarpe per ovvie ragioni, e ho qualche considerazione da fare; vengono venduti modelli di ogni genere, dalle scarpe da cubista (costano pochissimo, se vi servono prendetele lì!!) a copie di grandi stilisti, dal solito Louboutin a Jimmy Choo, passando per Valentino a Gucci e  Stella McCartney: sapete come la penso, non comprerei mai scarpe (o borse, o altro) non originali, per una lunghissima serie di motivi, quindi nonostante i prezzi siano allettanti mi sono tenuta lontana da quei modelli, concentrandomi su quelli meno visti, e ci sono diverse proposte interessanti da considerare.

Insomma i prezzi sono ottimi, le scarpe sono fatte bene, la spedizione costa poco (circa 7 euro), arriva puntualissima tramite corriere e lo staff è molto disponibile: imitazioni a parte, credo che acquisterò di nuovo su questo sito; so che i prezzi bassi sono una tentazione, ma NON cedete ai falsi, meglio un sandalo non firmato che un modello falso!

Read Full Post »

Quando l’autostima è sotto i piedi, il caldo è sfiancante e la consapevolezza che mentre il mondo è in ferie io sarò al lavoro (ferragosto compreso) c’è solo una cosa da fare: shopping. E non c’è cura migliore di un bel paio di scarpe animalier, sfrontate, sensuali, borderline ma comunque portabili, esattamente come il modello Rodo che ho acquistato giorni fa al mio outlet di fiducia, ad un prezzo ridicolo, per fortuna esistono i campionari (un grazie al mio piedino che sa stringersi in un 37 spaccato all’occorrenza):

Ho storto un pò il naso quando ho visto il plateau su una punta affilata e corta, ma una volta indossate è stato amore, e non ho resistito, anche se per indossarle dovrò aspettare tempi migliori, le prossime ferie, per esempio! Il tacco altissimo in vernice mi fa morire, già immagino le tristi giornate invernali trasformarsi a colpi di maculato in memorabili, almeno per i miei piedi 😉

Buon weekend a tutti, credo che non aggiornerò prima di martedì, visto che sarò l’unica ad essere connessa in questi giorni 😉

Read Full Post »

Lo scorso martedì finalmente sono entrata in possesso della mia copia del libro di Renè Caovilla “Oggetti d’arte chiamati scarpe”; questa volta vi risparmierò i dettagli del mio stato emotivo quando sono entrata in boutique, vi basti sapere che quello che Miss Golightly provava davanti alle vetrine di Tiffany è meno della metà di quello che io sento quando mi trovo all’interno del monomarca Renè Caovilla.

“Io vado pazza per Tiffany… specie in quei giorni in cui mi prendono le paturnie.”

renè caovilla

Ma torniamo al tema del post, ossia il libro che ho atteso per anni, libro che ora giace qui accanto a me, splendido nel suo abito rosso e oro, sontuoso, delicato, da sfogliare con i guanti: come vi avevo anticipato si tratta di un testo in cui sono raccolte alcune delle scarpe più amate firmate da Renè Caovilla, corredate di stampe originali e testi che ripercorrono la storia di un uomo che ha trasformato il suo talento in autentici oggetti d’arte. Sfogliando delicatamente le spesse pagine profumate ho imparato che uno dei miei tre sandali Caovilla è stato ispirato da un antico bauletto di una dama veneziana… e mi sono sentita anch’io una dama quando li ho indossati in casa, con il libro sulle ginocchia:

E ancora ho scoperto che Renè è legatissimo alla sua Venezia, terra di forte tradizione calzaturiera, ma allo stesso è affascinato dall’Oriente, quindi via libera a sandali ispirati ai gioielli preziosi dei Maharajah e stivali in tessuto rosso ornati dal celebre dragone cinese; molto forte è anche la passione per l’Africa, vista in sandali decorati con perline colorate che ricordano le collane Masai, ma anche nella collezione P/E 2011; significativo anche il legame con l’arte, dalla pittura all’architettura: una vetrata gotica può trasformarsi in tomaia, i gioielli di un quadro diventano ornamenti per un sandalo da principessa.

Quello di Renè Caovilla è un regno più vicino alla favola che all’estremismo concitato del mondo della moda, il bello è che ognuna di noi si può trasformare in principessa e vivere la sua fiaba personale.

Trovate il libro in tutte le boutique Renè Caovilla, al prezzo di 130 Euro; se volete acquistarlo ma abitate troppo distante da Roma e Milano contattatemi, un’altra esperienza sensoriale in Via Borgognona è sempre un piacere per me.

 

 

Read Full Post »

Con le nature morte sono davvero pessima, non me ne vanto ma è un fatto che ormai ho accettato, quindi ancora una volta vi chiedo scusa per la pessima qualità delle immagini che state per vedere, ma le ho scattate di fretta, per mostrarvele prima di avere troppi sandali nuovi da pubblicare; sprofondare nelle scarpe è bellissimo ma pubblicarle mi aiuta a mantenere un ordine mentale, seppur minimo.

I primi sandali sono di Stradivarious, ho pochi modelli con il tacco grosso perché raramente li trovo affascinanti, ma in questo caso i pois bianchi su fondo blu hanno contribuito molto; li ho già indossati e sono comodissimi, pensate che stavo andando nel panico perché era rimasto solo un 39… che mi calza a pennello! Le follie del low cost:

Il secondo modello è molto diverso, si tratta di un sandalo argento con il tacco chiuso: non storcete il naso, mi serve per correre in centro senza dover rischiare di buttare le scarpe, il fatto che siano gioiello mi ha conquistata perché spesso le scarpe con la zeppa sono molto sportive o comunque casual, con queste la mia eccentricità rimane invariata! Le ho pagate una sciocchezza e sono pronta ad usarle fino a quando resisteranno, poi via, senza rimpianti:

Per adesso è tutto, sto valutando l’acquisto di un sandalo Caovilla solo e abbandonato, chissà come andrà a finire…

Read Full Post »

Pochi giorni dopo il mio compleanno ho ricevuto un sms da uno dei miei outlet preferiti, il Loft26, in cui venivo informata dell’inizio dei ribassi al 70% su diversi modelli di scarpe e borse. Potevo farmi sfuggire l’occasione di comprarmi un bel regalo super scontato, firmato e altissimo? Naturalmente no! Ero indecisa tra due modelli Dolce&Gabbana e un sandalo Dior, bellissimo ma forse troppo impegnativo; ho quindi provato i due sandali D&G, il primo altissimo, in pelle viola lucida, con maxi listini e fibbia dorata: amore a prima vista. E poi il secondo, un modello più semplice azzurro maculato, più bello da solo che indossato. Penso che la mia scelta sia ovvia, eccola qui:

sandali dolce e gabbana viola tacco alto

Come vi sembrano? Il tacco è una meraviglia, e quei listini così alti fasciano il piede alla perfezione: io li adoro!

Read Full Post »

Qualche giorno fa vi ho mostrato un paio di sandali arrivati per il mio compleanno, ora… ve ne mostro un altro; il titolo è piuttosto chiaro, si tratta proprio dei famosi sandali Barachini con il cavalluccio marino, purtroppo nelle foto non si notano i riflessi di luce emessi dai cristalli, sono davvero molto brillanti, bellissimi:

sandali barachini cavalluccio marino

Il tacco è decisamente comodo, ancora non li ho indossati per una giornata intera ma so che non mi daranno problemi; hanno anche un leggero platform, dettaglio che li rende perfetti anche per le spose che non vogliono rinunciare ad un bel sandalo pur non essendo delle amanti del del tacco a stiletto.

sandali barachini cavalluccio marino

Ho apprezzato molto il giro di cinturini che abbracciano il tallone per chiudersi  sulla caviglia, lo trovo molto femminile, ma ovviamente ho apprezzato ancora di più il brillante regalo: altro che anelli e diamanti, io voglio solo tante scarpe da sogno!

Read Full Post »

Non è estate senza un bel paio di sandali con la zeppa in corda, siete d’accordo? Nelle ultime settimane ho avvistato diversi modelli interessanti, ma alcuni avevano il tacco troppo basso, altri erano banali, poi ho visto loro, da Zara (a Malta, per essere precisi, ma le vendono anche qui), e ho perso la testa:

Amo alla follia i pois (e le righe, anche) e i fiocchi, il colore è un azzurro intenso bellissimo, costano solo 40 Euro, quindi…

sandali con la zeppa zara 2011

Ecco fatto! Le ho già indossate tantissimo e conto di sfruttarle per tutta l’estate, sono le scarpe perfette per viaggiare, camminare tanto anche in centro, lavorare: non ne posso più fare a meno! Se vi interessa esistono anche verde prato a pois bianchi 😉

Read Full Post »

… the closer to God, dice un modo di dire inglese. Io l’ho rielaborato per il mio compleanno, perché più “invecchio” (come sono drammatica) più voglio un tacco stratosferico su cui festeggiare e folleggiare.

Per i miei 26 anni ho scelto un sandalo con un tacco di 13,8 cm, munito di platform: su questo modello non mi disturba, il merito va ai listini sottili che bilanciano la pesantezza del rialzo.

Li ho comprati in una sessione di shopping solitario, ma si sono trasformati nel regalo dei miei genitori: ormai hanno capito che con me è meglio accettare che osteggiare la passione per le altezze estreme!

Read Full Post »

Il negozio Aldo è da poco sbarcato in Italia aprendo un monomarca a Milano e uno a Roma, potevo non farci un salto? E, secondo voi, potevo uscire a mani (o piedi) vuoti? Assolutamente no, ho provato tre modelli diversi ma alla fine ho scelto l’ultimo amore, un sandalo multicolor con tanto di cordino e tacco e platform in legno:

sandali aldo estate 2011 aldo heels

sandali tacco alto

Li adoro, questa estate li sfrutterò molto, con l’abbronzatura il colore risalterà ancora di più! Questa nuova apertura è l’inizio della fine 🙂

Read Full Post »

Se mi seguite su Facebook avrete sicuramente già letto il mio ringraziamento per il boom di visite di questi ultimi due giorni, sono senza parole, grazie davvero.

Per ringraziarvi anche qui avrei voluto pubblicare qualche nuova foto ma è stato impossibile perché… non ho fatto shopping! Conto di rimediare al più presto, nel frattempo vi regalo le immagini inedite delle decolletè asimmetriche di Zara , indossate però con un paio di calze con riga posteriore e fiocchetti: un binomio che mi ha conquistata subito, che rende le scarpe meno aggressive e inflazionate. Buona visione, e ancora grazie!

scarpe zara taglio asimmetrico

PS: prima che qualcuno lo chieda, non indosso le calze dal 21 Marzo, le foto sono un arretrato che mi ero dimenticata di pubblicare 🙂

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »